I Babilonesi usavano sofisticati metodi geometrici per calcolare la posizione di Giove

Intervista con Mathieu Ossendrijver della Università Humboldt di Berlino, astrofisico e assiriologo, che si è guadagnato la copertina di Scienze svelando in tavolette cuneiforme(datate tra il 350 e il 50 a.C.) calcoli geometrici per determinare la posizione di Giove. La novità più eclatante è che di tale sofisticato tipo di calcoli finora si aveva notizia solo a partire dal Medioevo, almeno 14 secoli dopo la compilazione delle tavolette d’argilla.

(fonte: Media INAF)

Pubblicato in News

SUCCESSO DEL XVI CONVEGNO INTERNAZIONALE DI UFOLOGIA!

Anche quest’anno successo del convegno a Firenze organizzato dal gruppo Gaus diventato uno degli eventi più importanti sull’argomento Ufo in Italia.

Di seguito alcune immagini del convegno e la rassegna stampa del giorno successivo:

Sala-3-@

5089-@

WP_20151115_001

11

“EVOLUZIONE DEL FENOMENO”

Domenica 15 Novembre 2015

ore 9.30 – 19.00

Presso Convention Center  “Il Fuligno” in via Faenza 48 a Firenze

Copia di locandina ott15_web2

 

Alcuni degli argomenti  trattati:

USO

ABDUCTION

UFO

UFOLOGIA E SACRE SCRITTURE 

In esclusiva con lo Scientific Coalition Ufology (USA) le indagini ed analisi del famoso video di Porto Rico !!

In anteprima assoluta il video di un Ufo ripreso durante un fenomeno mariano nei pressi di Reggello (FI) !!

Relatori presenti :

Ospite d’eccezione è stato il noto giornalista ed ufologo turco HAKTAN AKDOGAN del Sirius UFO Space Sciences and Research Center che ha presentato alcuni casi inediti oltre alle più recenti interviste e dichiarazioni delle Forze Armate Turche 

Haktan Akdogan1

 

Sabrina Pieragostini – Moderatrice del convegno                                                            (giornalista Mediaset, caporedattore e conduttrice “Studio Aperto”, ideatrice blog Extremamente.it)

Giulia Maria d’Ambrosio                                                                                                    (medico, neuropsichiatra, psicoterapeuta, psicodrammatista junghiana)

Marco Bianchini                                                                                                               (avvocato, responsabile Toscana del Centro Italiano Studi Ufologici)

Solas Boncompagni                                                                                                               (ufologo, clipeologo e studioso di esoterismo, simbolismo e paranormale                             esponente Sezione Ufologica Fiorentina)

Scientific Coalition Ufology                                                                                                  (analisi del famoso caso di Porto Rico)

Enrico Baccarini                                                                                                             (scrittore e documentarista)

Oltre al Presidente GAUS ed ai soci ..

 

PROGRAMMA DEL CONVEGNO 

9:30 Apertura Lavori  (Pietro Marchetti, presidente Gaus)

9:45 – 13:00 Sessione Mattutina

Chair: Sabrina Pieragostini

10:45 – 11:00 Coffee Break

PreUfologia “Quando ancora non si parlava di Ufo” (Solas Boncompagni)

Il fenomeno degli Oggetti Sommersi Non Identificati (Marco Bianchini)

Ufo e Aeronautica Militare Italiana (Sabrina Pieragostini)

L’incredibile filmato di Porto Rico, indagini e analisi (Scientific Coalition for Ufology)

13,00 – 14.45 Pausa Pranzo

14:45 – 18:00 Sessione Pomeridiana

Chair: Sabrina Pieragostini

1645 – 17.00 Coffee break

La civiltà Mohenjo-daro e gli antichi testi vedici (Enrico Baccarini)

Video e documenti dalla Turchia, quando parlano i militari (Haktan Akdogan)

Ufo durante una manifestazione mariana (Pietro Marchetti)

Abductions: le ricerche scientifiche (Giulia D’Ambrosio)

18:00 Tavola Rotonda

Chair: Pietro Marchetti

19,00 Chiusura lavori 

 

A tutti partecipanti materiale informativo del convegno                                               ed un simpatico gadget in omaggio

 

PATROCINI ISTITUZIONALI                                  

con il patrocinio di Regione Toscana

marchio

 

CONVENZIONE PERNOTTAMENTI

Hotel Palazzo Vecchio *** 055.21218

Hotel Mario’s *** 055.216801

 

ALLA RICERCA DI NUOVI STUDI E NUOVE INDAGINI

In occasione del XVI° Convegno Internazionale di Ufologia di Firenze che si terrà domenica 15 novembre 2015, presso il Convention Center  “Il Fuligno” in Firenze;il GAUS promuove e ricerca nuovi studi o indagini sul fenomeno UFO.

Tale iniziativa aperta a tutti, ha lo scopo di incoraggiare la divulgazione di eventuali nuove o inedite inchieste, analisi, investigazioni; nazionali o internazionali a carattere ufologico.

I lavori più significativi e rilevanti, avranno la possibilità di essere presentati durante lo svolgimento di tale convegno.
Per ulteriori informazioni o modalità di partecipazione, potete contattare il GAUS tramite mail:  gaus.pr@gmail.com

Da non perdere: serata ufologica a Prato venerdì 17 luglio!

“UFO SU PRATO”

Dagli avvistamenti locali alla ricerca della vita nell’Universo

APPUNTAMENTO NEGLI SPAZI DI OFFICINA GIOVANI (piazza dei Macelli a Prato) VENERDI 17 LUGLIO 2015 ore 21.30

Logo Officina Giovani

“UFO SU PRATO”. E’ il titolo della serata ufologica promossa dall’associazione IL PENTOLONE in collaborazione con il Gruppo Accademico Ufologico Scandicci in programma presso gli spazi di Officina Giovani.

Vista la significativa tradizione di avvenimenti a carattere ufologico avvenuti in territorio pratese, questo incontro sarà l’occasione per parlare del fenomeno Ufo su Prato e provincia.
Nella serata verranno discussi anche i più importanti avvistamenti ufologici italiani degli ultimi anni, con indagini sul campo del Gruppo GAUS.
Nel corso della serata verranno proiettate immagini sull’argomento e sarà dato ampio spazio ai partecipanti per raccontare eventuali esperienze legate ad avvistamenti nella zona.
La serata si concluderà inoltre con un interessante intervento sulla ricerca della vita nell’Universo e su quali risposte può dare la scienza al riguardo.
Relatori durante la conferenza saranno i rappresentanti del Gruppo GAUS.
La serata ad ingresso libero sarà un occasione per informare con rigore ed onestà, ma con una visione libera da pregiudizi e futili dogmi, i tanti residenti appassionati della materia.
Per ulteriori informazioni telefonare al numero 331-3138171.

Associazione il Pentolone

logo

 

Risolto il mistero di Caronia?

by www.extremamente.it

Banali incendi dolosi. Fiamme appiccate con un fiammifero o un accendino ad abiti e carta da un piromane qualsiasi. I carabinieri di Messina e la Procura di Patti hannoidentificato i presunti responsabili degli incendi ritenuti inspiegabili e divampati per anni, all’improvviso, in alcune abitazioni di Canneto di Caronia: sono un giovane residente e suo padre. Tutto qui. Mistero risolto, dunque?

LE ABITAZIONI DI CANNETO INTERESSATE DAGLI INCENDI

LE ABITAZIONI DI CANNETO INTERESSATE DAGLI INCENDI

I fatti che hanno portato Beppe Pizzino, 26 anni, agli arresti domiciliari e suo padre sotto inchiesta per complicità risalgono alla scorsa estate, quando – dopo anni di tranquillità- di colpo si è ripresentato il fenomeno che aveva interessato queste case affacciate sul mar Tirreno, in provincia di Messina, a partire dal dicembre 2003. Prima a luglio e poi da settembre a ottobre 2014, gli incendi erano ricominciati, semprerandom, sempre imprevedibili, spesso alla presenza di vari testimoni.

Le telecamere nascoste piazzate dai carabinieri hanno colto i movimenti sospetti del ragazzo, ripreso da solo nelle stanze interessate dagli incendi oppure accanto agli oggetti dai quali – pochi secondi dopo- si sarebbero sprigionate le fiamme. Una volta, lo scorso ottobre, persino quasi sotto gli occhi di una giornalista: mentre gli altri residenti le mostravano i danni degli incendi, il ragazzo si sarebbe intrufolato in cantina per far vivere alla reporter l’esperienza di un rogo in diretta.

In un’altra circostanza, le telecamere hanno immortalato padre e figlio confabulare vicino ad un pic-up della Protezione Civile il cui sedile, poco dopo, sarebbe bruciato. Prove che il Gip ha ritenuto sufficienti per procedere contro i due che ora devono rispondere di una bella sfilza di reati: incendio, danneggiamento, concorso in procurato allarme, concorso in tentata truffa aggravata. Perché il mistero di Caronia ha sollevato preoccupazione, oltre che clamore mediatico,  e nel corso degli anni gli abitanti della Via del Mare- colpita dai fenomeni incendiari- hanno incassato i risarcimenti da parte della Regione. Insomma, i Pizzino avrebbero ingannato tutti, inclusa l’Amministrazione comunale che tanto aveva preso a cuore la situazione di quelle famiglie.

La giustizia ora seguirà i suoi tempi: il rinvio a giudizio, il processo e poi la sentenza. I video sembrano schiaccianti, ma spetterà ai giudici stabilire le eventuali responsabilitàpenali. Fino ad allora, ovviamente vale anche in questo caso la presunzione di innocenza. Con una domanda che resta aperta: i casi contestati dalla Procura sono una  parte di quelli avvenuti in rapidissima sequenza nel 2014. Cosa è accaduto negli altri episodi? Cosa pensare poi dei fatti risalenti al 2004? Dovremmo attribuirli tutti- per analogia e deduzione-  alla coppia diabolica?

UNA STANZA DANNEGGIATA DALLE FIAMME

UNA STANZA DANNEGGIATA DALLE FIAMME

La logica porterebbe a pensare di sì. Ma tutte le evidenze raccolte negli anni passati puntavano in direzione opposta. Le indagini, svolte all’epoca dagli inquirenti e da una commissione di esperti, avevano negato l’ intervento umano negli incendi. Persino le analisi dei Ris non avevano trovato tracce di materiale incendiario o di acceleranti. In alcuni casi, le fiamme erano divampate con gli appartamenti deserti, privi anche di mobili, alla presenza solo di tecnici e forze dell’ordine. Anche l’inchiesta contro ignoti era stata archiviata, nell’impossibilità di dimostrare che i roghi fossero opera dipiromani.

Non solo. Undici anni fa, al fuoco che senza preavviso e senza apparente motivo si accendeva qua e là si erano aggiunti altri episodi strani, come l’ improvviso spiaggiamento di migliaia di molluschi, la moria mai spiegata di molti animali da cortile o la scoperta di un rettangolo di vegetazione bruciata in modo anomalo (solo le radici e solo di un particolare tipo di pianta). Senza contare i frequenti avvistamenti di

oggetti volanti insoliti segnalati da vari testimoni oculari, estranei alle famiglie coinvolte dai roghi, e persino dall’equipaggio di un aereo di linea in volo sulle Eolie.

La relazione preliminare del Gruppo Interdisciplinare di Osservazione guidato da Francesco Venerando Mantegna aveva avanzato l’ipotesi che i roghi scaturissero da unimpulso elettromagnetico, la cui sorgente si trovava in mare, ma di durata così breve da non poter essere captato. Fisici, geologi ed esperti erano d’accordo nell’ escludere in modo categorico la mano umana. Anzi, erano arrivati a pensare- e a scrivere- che quell’impulso potesse essere l’effetto di una tecnologia sconosciuta di tipo militare se non addirittura “non terrestre”.

Dopo gli incendi della scorsa estate, una nuova commissione promossa dalla Protezione Civile nazionale e formata da altri studiosi ha di nuovo preso in esame il caso Caronia. Il termine di consegna della relazione finale è slittato a fine marzo, ma nel frattempo qualche anticipazione è già trapelata. L’ipotesi ritenuta più probabile sembrerebbe collegata ad un fenomeno fisico prodotto da più fattori naturali come  i p-holes ( energia positiva intrappolata nella crosta terrestre) e le emissioni di plasma solare. Combinati insieme sarrebbero in grado di innescare il fuoco, alla presenza di elementi metallici..

Ma ora sia questa spiegazione scientifica, sia quella meno ortodossa avanzata in passato sembrano ampiamente superate dagli eventi. E la competenza di fior di professori e di apprezzati studiosi appare messa alla berlina, alla pari della capacità di chi ha svolto sopralluoghi, esami, verifiche, controlli, indagini. Dobbiamo davvero pensare che siano stati tutti degli sprovveduti? O quanto meno, degli ingenui? E perché sono stati sprecati tempo e denaro pubblico quando  bastava piazzare due telecamere nascoste e due microspie per svelare l’arcano?

L’intera vicenda lascia perplessi. E provoca amarezza. Pensare di dar fuoco a casa propria, ai propri ricordi, mettendo a repentaglio la propria famiglia, solo per finire sui giornali, per attirare l’attenzione su di sè  e per intascare poche migliaia di euro va oltre la mia comprensione. Soprattutto quando penso alla dignitosa disperazione di Lorenzina, ad 80 anni costretta a vivere nella paura, a dormire all’addiaccio, apiangere per i sacrifici di una vita andati in fumo. Non posso credere che un figlio e un nipote l’abbiano tradita così. Rivedo quel suo sguardo dolente, il suo volto pieno di contegno e rimango senza parole.

(FONTE:  www.extremamente.it     by Sabrina Pieragostini)

 

Pubblicato in News

Si è concluso il XV Convegno Internazionale di Ufologia a Firenze

Si è concluso con successo il consueto appuntamento ufologico di Firenze presso il prestigioso Hotel Albani in via Fiume. A breve le immagini della manifestazione..

conve_2014_8

7872@ 7898@ 7875@

PRESSO

Hotel Albani – via Fiume, 12 (zona stazione centrale)

domenica 9 novembre 2014

ore 9.30 – 19.00

 

RELATORI PRESENTI:

Jean Gabriel Greslé
Ex pilota militare e membro commissione 3A – intervento: “Incursions étrangères – Une approche historique”

Pablo Ayo

giornalista programma tv Mistero – intervento: “Alien report”

Pietro Marchetti
Presidente GAUS – intervento: “Intrusi dal cielo”

Edoardo Russo
consiglio direttivo CISU – intervento: “Le due facce del fenomeno UFO”

Vincenzo Sinapi
giornalista ANSA – intervento:  “Ufo, i dossieri italiani”

Sabrina Pieragostini 
giornalista ed ideatrice blog Extremamente.it — moderatrice

Marco Baldini
Vice Presidente GAUS – intervento “Ondata Ufo in Valmalenco”

Arianna Piermarini
socio GAUS – Esperta in Criminologia e Psicopatologia Forense – intervento: “La testimonianza e i falsi ricordi”

 

 

SCALETTA

ore 9.30 Apertura lavori – Pietro Marchetti

ore 9.40 – 13.00 Sessione mattutina – Chair: Sabrina Pieragostini

ore 10.45 – 11.00 coffee break

Arianna Piermarini

Sabrina Pieragostini

Jean Gabriel Greslé

ore 13.00 – 14.45 pausa pranzo

ore 14.45 – 18.30 Sessione Pomeridiana  Chair: Sabrina Pieragostini

ore 16.45 – 17.00 coffee break

Pietro Marchetti

Pablo Ayo

Vincenzo Sinapi

Edoardo Russo

Marco Baldini

ore 18.30 Tavola rotonda

ore 19.00 Chiusura lavori

 

PATROCINI ISTITUZIONALI

Regione Toscana

 

SPONSOR 

121213_VC-Audiosound-1-8 - Copia

CONVENZIONE PERNOTTAMENTI

Hotel Palazzo Vecchio *** 055.21218

Hotel Mario’s *** 055.216801