STORIA DEI CERCHI NEL GRANO, di Leonardo Dragoni

Se vi state chiedendo se c’era bisogno di un altro libro sul discusso fenomeno dei cerchi nel grano, i famosi Crop Circle; e se vi state domandando se sia il caso o no di acquistarne una copia dopo che magari avete già letto diversi libri sull’argomento, beh… la risposta è si.

Perché se siete appassionati o incuriositi di un fenomeno che da decenni fa parlare di se in modo eclatante quanto ambiguo, se siete alla ricerca di risposte probabilmente non definitive, ma sicuramente più attinenti la realtà dei fatti; oppure se avete deciso di informarvi su un qualcosa che da tempo sentire raccontare, questo è un libro che farà sicuramente per voi.

Scritto in modo chiaro e lineare, questo testo vi porterà alla scoperta delle probabili origini, che alcuni pseudo esperti vorrebbero far risalire ad un lontano passato, del controverso e criticato fenomeno dei Crop Circle, sino agli inizi degli anni 2000.

Un vero e proprio excursus storico e documentale su tutto ciò che sino ad ora, la stragrande maggioranza del pubblico, ha sempre volutamente o inconsciamente ignorato, oltre che sulla plausibile natura di questo insolito fatto, preferendo ad essa troppo spesso astruse teorie mai supportate da dati scientifici.

fronte.jpg

Fatti, testimonianze e documenti che non possono certamente essere accantonati o inascoltati solo perché scomodi a certe credenze e teorie sicuramente più d’effetto e più clamorose, in confronto a quanto alla fine molto probabilmente il tutto sia riconducibile.

Un lavoro completo e corposo ma di piacevole lettura, ricco di racconti e testimonianze sconosciute al grande pubblico.

Un testo essenziale e doveroso per la corretta informazione su un mistero che forse di misterioso ha solo la sua smisurata celebrità.

 

 

 

 

 

Per acquistarlo:

http://www.cropfiles.it/storiadeicerchinelgrano.htm

The Walton Experience – nuova edizione del libro

Il 5 novembre del 1975, un gruppo di boscaioli nelle montagne del nord-est dell’Arizona osservò una strana ed insolita luce brillante nel cielo; uno di quegli uomini, Travis Walton, decise di scendere dal camion su cui si trovava, per capire meglio cosa fosse. Improvvisamente, mentre camminava verso la luce, Walton venne fatto sbalzare all’indietro da un fascio di energia misteriosa.

Immagine.JPG

I suoi compagni fuggirono per la paura. Quando raccontarono di aver visto un UFO, qualcosa che anche loro avrebbero considerato impossibile se non fossero stati testimoni diretti, furono sospettati di omicidio. Per cinque giorni le autorità attivarono una massiccia ricerca per trovare il corpo del boscaiolo scomparso. Poi Walton riapparve disorientato e inizialmente incapace di raccontare tutta la storia del sua terrificante esperienza.

 Per tutti coloro che vogliono sapere cosa realmente accadde a Travis e vogliono sapere di più di ciò che la Paramount raccontò con il film uscito in Italia nel 1993 col titolo “Bagliori nel buio” possono acquistare sul suo sito la nuova edizione del libro “Fire in the Sky” in cui Travis Walton stesso racconta il miglior caso documentato di rapimento alieno a livello mondiale.



 

 Fonte: http://www.travis-walton.com

I DISCHI VOLANTI SONO ATTERRATI

di Desmond Leslie e George Adamski – Edizioni Mediterranee (Rm) – anno 1995 ristampa 

 

Non potevano assolutamente mancare nella categoria Contattismo, le opere di Adamski, giustamente definito il “padre”, il fondatore, di quel fenomeno chiamato Contattismo, un fenomeno che vede i presunti testimoni di avvistamenti ufo, tenere molteplici ed amichevoli incontri con gli occupanti dei velivoli alieni, spesso definiti dagli stessi contattisti, i creatori dell’uomo.

Creatori che, ha detta dei testimoni dell’incontro, da sempre si dimostrano preoccupati e benevoli verso il genere umano, un genere che preoccupa non poco queste civiltà aliene, per il progressivo imbarbarimento della razza umana, per la mancanza di etica e di rispetto per l’ambiente, e di tutte le creature che abitano il pianeta Terra, per lo sfruttamento eccessivo delle risorse del pianeta, ma anche per le continue guerre e per l’utilizzo delle armi nucleari.

Tutto un insieme di problemi, che a detta dei contattisti, solo una trasformazione ed una evoluzione spirituale dell’uomo può risolvere, e questo in fine, è il messaggio che sempre si trova nei casi di contattismo.

Il caso Adamski nasce nel 1952 a seguito di un incontro tra lo stesso Adamski ed un alieno, e questo libro, è il racconto di quella esperienza.

Famose sono le affermazioni di Adamski su i suoi amici alieni, ed ancor più famose  sono le foto di Adamski contenute nei suoi libri, fotografie che è bene ricordare, sono state sottoposte a innumerevoli analisi e critiche, e che continuano a dividere ricercatori, scettici e credenti.

Ma ridurre il fenomeno del contattismo ad un insieme allucinazioni, di false rivelazioni e prove solo per una mania di notorietà, o per apparire all’opinione pubblica, o solo per far soldi, sarebbe troppo riduttivo.

Il contattismo è in parte questo, ma va anche anche oltre tutto questo, e per cercare di inquadrarlo da un punto di vista di ricerca, va prima conosciuto.

Ed i libri di Adamski, sono da questo punto di vista in perdibili.

 

I DISCHI VOLANTI TORNERANNO

di George Adamski – Edizioni Mediterraee (Rm) – anno 1996 ristampa

 

Terza opera del più famoso contattista al mondo, che in questo lavoro, cerca di portare tutte quelle conoscenze e rivelazioni avute dai suoi amici alieni, al genere umano.

Un libro impregnato di risvolti filosofici e spirituali, una summa dell’Adamski pensiero, un libro che riunisce molte di quelle componenti etiche,pseudoscientifiche e spirituali, che da Adamski in poi, accompagneranno sempre, quasi come un biglietto da visita, le testimonianze di tutte quelle persone che l’ufologia ha definito contattisti.

Una insieme di pensieri che molto avranno in comune, con quel movimento che vedrà la luce negli anni 80, prima negli Stati Uniti e successivamente in Europa, fino a raggiungere il mondo intero: la New Age.

 

NOI E GLI EXTRATERRESTI

 di Eufemio Del Buono – Edizioni Mediterranee (Rm) – anno 1995 (ristampa)

 

Se credete fermamente all’esistenza degli extraterrestri, se non avete dubbi sulla realtà del fenomeno Ufo, se siete convinti che le rovine delle civiltà del passato mostrano chiaramente l’intervento di esseri non umani, se pensate che George Adamski sia stato un messaggero degli alieni, e se non vi interessa un libro imparziale, allora questo libro è sicuramente per voi.

Scritto in modo chiaramente a favore della convinzione dell’esistenza di esseri alieni, questo libro vi elencherà tutta una serie di “prove” (dai racconti biblici all’ortotenia), a sostegno della tesi.

Come ho detto, qui non troverete eventuali dubbi o interrogativi sul fenomeno Ufo, ma solo certezze, e purtroppo è proprio questo il limite del libro.

ANGELI IN ASTRONAVE

di Giorgio Dibitonto – Edizioni Mediterranee (Rm) – anno 2000 ristampa – pagg.164

 

Come accennato nella prefazione iniziale, in queste recensioni troverete anche libri sul fenomeno del contattismo, e questo di Giorgio Dibitonto è uno di questi.

L’autore narra la propria esperienza di contattato, (una esperienza tipica del contattismo), con tutti quegli elementi che ne caratterizzano il fenomeno.

Quindi leggendo il libro troverete che i messaggeri alieni dichiarano di essere gli angeli conosciuti nella bibbia, troverete ammonimenti verso un’umanità votata al male e destinata alla catastrofe, appelli alla pace, la promessa che essi (gli alieni) porteranno in salvo alcuni eletti, e via dicendo fino agli immancabili viaggi a bordo delle loro astronavi.

Insomma un “classico” libro di contattismo senza particolari novità, dove, se cercherete delle prove alle affermazioni dell’autore, ne resterete delusi.

Il contattismo è comunque un evento che da sempre accompagna la fenomenologia Ufo, ci si può schierare a favore o contro ma, non può e non deve essere ignorato.

 

A BORDO DEI DISCHI VOLANTI

di George Adamski – Edizioni Mediterraee (Rm) – anno 1996 ristampa – pagg. 199

 

Ecco qui il degno seguito del libro “I Dischi Volanti Sono Atterrati”, e come tutti i seguiti, anche questo scende più in profondità sulle rivelazioni lasciate dagli amici alieni di Adamski, ma non solo, perché in questo successivo lavoro di Adamski, vengono narrati i viaggi fatti dallo stesso a bordo delle astronavi aliene, viaggi che hanno inizio nei primi anni 50, e che porteranno Adamski verso i pianeti del nostro sistema solare.

Anche in questa seconda opera di Adamski, non mancano le sue famose fotografie, fotografie che nell’arco di 60 anni sono state sottoposte ad innumerevoli analisi, atte a provarne la eventuale autenticità o meno.

Anche qui vale il discorso fatto per il suo precedente libro, le prove portate da Adamski, anche quelle sicuramente accertate come false, non riducono o spiegano il fenomeno Adamski, ma al contrario a distanza di 60 anni, l’enigma Adamski resta un caso ancora aperto.