STRAORDINARIO CASO UFO DI INCONTRO RAVVICINATO SULL’AUTOSTRADA NAPOLI BARI

Il Centro Ufologico Mediterraneo (CUFOM), commissione di diretta emanazione del Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano, riprende il “filone” degli avvistamenti dell’Epifania e comunica che sono giunte diverse segnalazioni ufo, relative quindi ad oggetti volanti non identificati avvistati per l’appunto il 06 gennaio 2012, a distanza di poche ore l’una dall’altro. Un avvistamento è avvenuto alle ore 18.30 nel cielo di Cilento in provincia di Salerno, precisamente a Prignano Cilento. L’oggetto luminoso è apparso nel cielo antistante l’ abitazione della testimone in direzione di San Marco di Castellabate. E’ il terzo avvistamento in pochi giorni in quella zona: gli altri due si sono verificati il 02/01/2012 ed il 03/01/2012 all’incirca nel medesimo orario. L’oggetto luminoso era visibile sempre verso San Marco di Castellabate. Ha sostato immobile, nei tre avvistamenti per circa mezz’ora. Il Presidente dr. Angelo Carannante ed il team di esperti dei citati centri, avendo a disposizione delle foto del caso, non si sbilanciano più di tanto, in quanto alcuna conclusione si può ricavare dalle stesse attesa la loro scarsa qualità. In ogni caso della questione se ne è occupato il quotidiano nazionale “Il Mattino”. Invece a Benevento, un avvistamenti si è verificato, come ci è stato segnalato da alcuni testimoni, alle ore 21,20 circa sempre del 06 gennaio 2012. Sono stati avvistati numerosi ovni che all’improvviso sono spuntati da dietro alle nuvole. Qualcuno afferma che erano ben 10. Sembravano viaggiare in formazione lineare ed avevano anche colori differenti l’uno dall’altro e descritti come piccoli. Da Benevento partivano dalla zona stadio S. Colomba e si dirigevano verso il vicino paese di Montesarchio. Alcuni sembravano pulsare, altri ruotare ed erano di diversi colori. Ma il caso più clamoroso si è verificato sull’autostrada Napoli Bari all’incirca all’altezza di Montemiletto ridente paese in provincia di Avellino. Due sorelle, mentre nella serata dell’Epifania percorrevano l’autostrada in direzione Benevento, con un tempo da lupi, all’improvviso notavano sulla carreggiata, a circa 80 metri dalla loro autovettura, un qualcosa che si stava sollevando dall’asfalto, almeno questa era l’impressione. Ma era solo l’inizio. Lo strano oggetto prendeva la direzione dalla loro auto, avvicinandosi sempre di più, tanto che le esterrefatte testimoni istintivamente mettevano le mani davanti al viso come per proteggersi. L’oggetto volante non identificato, arrivato in perpendicolare sulla loro autovettura, si fermava. In quel momento accadeva l’incredibile. All’improvviso, la serata molto ventilata e con leggero nevischio, d’incanto diventava di una calma piatta ed una serenità innaturale. Tutt’intorno ogni cosa taceva. Non si vedevano più veicoli né avanti, nè tantomeno indietro. L’allibita donna a fianco di quella che guidava, nello sporgersi istintivamente come per guardare in alto attraverso il parabrezza, con grande costernazione guardava l’oggetto stazionare sospeso sulla loro autovettura. Aveva il tempo di osservarlo. Un enorme ovni di una trentina di metri di lunghezza a forma di matita ma abbastanza spessa. Il fatto ancora più straordinario era che l’ufo era trasparente, in quanto la donna riusciva a vedere attraverso di esso il cielo. Ad un certo punto, la conducente lasciava lo sterzo senza tuttavia che il veicolo uscisse fuori strada, e lo stereo, che non funzionava da molti mesi, all’improvviso si illuminava ed entrava in funzione, mentre il cellulare si accendeva e spegneva. Nel frattempo, alcuni oblò di quell’ufo che sembrava un vero e proprio velivolo, si illuminavano. Le due testimoni hanno letteralmente dichiarato di essere state come trasportate in un’altra dimensione. L’ovni, come con un colpo di bacchetta magica, fulmineamente spariva. In quel momento, ritornava la vita normale: il cattivo tempo, i veicoli sull’autostrada, lo stereo si spegneva ed il cellulare si stabilizzava. Le testimoni sono state ascoltate in una riunione apposita presso la sede del CUFOM e de CUBMGC. Gli ufologi ed in principal modo lo psicologo del gruppo dr. Nino Capobianco hanno giudicato le due donne equilibrate e degne di stima ed affidamento. Tra l’altro una delle due, fino alla sera dell’Epifania, era piuttosto scettica. Ha letteralmente dichiarato che l’esperienza le ha cambiato la vita, reazione che si riscontra spesso in episodi a sfondo ufologico come quello appena narrato. Alcune volte, a seguito di tali eventi, successivamente si scopre che vi sono stati veri e proprio rapimenti dei testimoni che fino a quel momento non ricordano nulla. Sembra, quello dell’autostrada, un episodio di Missing Time: le testimoni hanno descritto in un modo abbastanza particolareggiato l’ufo, pur dichiarando che la loro esperienza è durata in tutto 3 o 4 secondi. Un caso analogo si è verificato a Formia circa un paio di anni or sono. Notizie di ufo che all’improvviso stazionano su veicoli, sono già conosciute dagli esperti. Comunque, in conclusione, si sottolinea come del caso si stanno interessando anche i media. L’unico rammarico delle due protagoniste è quello di non avere immagini a disposizione dell’accaduto, proprio per la repentinità dello svolgimento dei fatti. Ovviamente, è inutile dire che gli ufologi del CUFOM e del CUBMGC sono molto prudenti sugli accaduti. In merito al caso in esame, l’emittente regionale campana tv7, in uno speciale condotto dal noto giornalista Alfredo Salzano, ha affrontato l’avvistamento in ogni suo aspetto.

(fonte centroufologicobenevento.com)

 

ASTRONAVI DI LUCE IN TRENTINO

Il testimone ha fotografato un’oggetto circolare di colore luminescente materializzatosi in un banco di nubi tra le montagne di Soraga (TN), località situata ai piedi delle Dolomiti in Val di Fassa, il giorno 16/06/2011 alle ore 19:45 circa mentre trascorreva una villeggiatura in montagna. “Erano le 19 circa, mi sono affacciato dal terrazzino dell’albergo in cui alloggiavo per scattare alcune foto al paesaggio con la mia fotocamera digitale; nell’immediato non ho riscontrato nulla di anomalo durante gli scatti, ma in un secondo tempo,scaricando le foto sul pc, mi sono accorto che su una delle tante era presente un particolare anomalo non visibile ad occhio nudo al momento dello scatto. L’oggetto ha forma perfettamente circolare e sembra essersi materializzato poco prima dello scatto in questione,in quanto sulla foto scattata precedentemente – qualche secondo prima – dalla stessa prospettiva non vi era nulla di anomalo.”

(a cura della Redazione Segnidalcielo – Lombardia)

img_33501.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

577_img_372656.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avvistamento Follonica 2011

Riceviamo in data 30 maggio questa segnalazione che pubblichiamo volentieri. Inviatiamo chiunque a segnalarci avvistamenti simili recenti nella stessa località:

“SEGNALO CHE oggi ho visto una cosa piccola in pieno sole argento brillante rotonda, che si è spostata tre volte a destra e sinistra ed in basso, sopra a Piombino, dal Golfo di Follonica a nord, nord ovest – 8 miglia visive 70% sulla linea di orizzonte. ore 15 circa, dal circolo vela di Follonica spiaggia di ponente”

Belgio: ondata di avvistamenti UFO nel 2010

Dal mese di agosto 2007, gli UFO sembrano apprezzare le zone del Belgio secondo l’associazione “UFO Meldpunt”. Così dal 2007 ha ricevuto oltre 430 segnalazioni nello spazio aereo del paese.

Non meno di 226 UFO sono apparsi nel cielo del Belgio l’anno appena trascorso. In ogni caso la cifra che ha divulgato l’associazione “UFO Meldpunt” sta ad indicare il numero di persone che hanno segnalato “qualcosa” nel cielo. Nell’80% dei casi, l’organizzazione ha trovato una spiegazione logica per le segnalazioni, le quali sono più diffuse in estate. La maggior parte riguarda aerei, meteore, o altre attività lontane dalle fantasie di extraterrestri che vengono sulla Terra a passare le loro vacanze.

Tuttavia, nel 20% dei casi, l’organizzazione non è provvista di dati sufficienti, oppure sono troppo vecchi per stabilire una spiegazione logica. Se non siete sicuri, si prega di contattare l'”UFO Meldpunt” se pensate di aver intravisto il cammino di un extraterrestre, ma soltanto se siete convinti che si tratti di un disco volante, e non un aereo.

(fonte centroufologicoionico.com)

Ex astronauta NASA:incontro ravvicinato con UFO

L’ex astronauta della NASA, il dott. Story Musgrave (anche scienziato e medico) ha dichiarato in una recente intervista (al The Canadian su agoracosmopolitan.com) di aver vissuto un incontro ravvicinato con un UFO mentre era nello spazio attorno alla Terra, durante la missione STS-80 dello Space Shuttle Columbia, la più lunga in assoluto della storia con 17 giorni, 15 ore, 53 minuti, 18 secondi, partita il 19 novembre 1996.

Musgrave ha raccontato che, guardando fuori da uno degli oblò dello Shuttle, notò  un oggetto di grandi dimensioni a forma di disco che apparve al di sotto del Columbia. Il disco volante comparve all’improvviso, dal nulla, e volò  attraverso le nuvole procedendo da destra verso sinistra lasciando totalmente basiti non solo lui ma anche tutto il resto dell’equipaggio, composto da cinque membri in tutto. “Era un velivolo di grandi proporzioni” – ha dichiarato Musgrave – “con una dimensione stimata tra i 15 e i 50 metri”

(fonte agoracosmopolitan.com)

Ufo a Scandicci

 “Anche noi abbiamo visto gli Ufo”. Dopo la segnalazione di un lettore di Scandicci, ieri è arrivata la conferma  da un gruppo di tre amici che sabato sera avevano appena finito di cenare in un giardino all’angolo tra via S.Giusto e via Orlando. Confermati il colore arancione , l’allineamento, l’altezza ed anche la direzione: dal Galluzzo si spostavano verso Sollicciano. Uno dei tre ha fatto anche una foto con il telefonino.

 (fonte : La Nazione)