Contatti

Sede Legale: G.A.U.S. c/o Pietro Marchetti, piazza Cioppi 4

C.F.   94072220489

50018 Scandicci (FIRENZE) , Italia

Presidente sig. Pietro Marchetti

E-MAIL Presidenza : presidente@gaus.it

E-MAIL Ufficio Stampa : gaus.pr@gmail.com

E-MAIL Segreteria : gaus.pr@gmail.com

Telefono segreteria : 331-3138171

Contattiultima modifica: 2012-11-26T18:14:07+00:00da gruppogaus
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Contatti

  1. Salve, ho assistito ieri sera all’incontro sugli ufo in Valmalenco. A parte l’introduzione vostra doverosa per presentare al pubblico chi siete e cosa fate, mi é parso un po’ troppo pesante l’argomento della dott.Piermarini (se ricordo bene) che addirittura ha sconfinato nella psicologia freudiana per spiegarci il meccanismo del ricordo. Il suo pistolotto voleva essere a supporto della fondatezza e della serietà del vostro operato, ma per il pubblico astante composto anche da ruspanti indigeni, é stato recepito come una sorta di monito alla credibilità delle esperienze genuinamente espresse. Tra l’altro un autoctono aveva flebilmente iniziato ad accennare ad un “iimpatto” che aveva avuto, ma non riuscendo ad ottenere la vostra attenzione se ne è andato. Ho avuto modo di vedere che la giornalista di Centro Valle, M.Rosa Grillo, l’ha contattato, chiedendogli la testimonianza. Porto quindi alla vostra attenzione la possibilità di reperire il racconto. Grata per il vostro operato, saluto con cordialità. Claudia

  2. Gentile Presidente,
    Sono uno dei partecipanti all’incontro del 3 maggio 2015 tenutosi a Chiesa in Valmalenco dal titolo “Valmalenco valle degli u.f.o”. Nel corso dell’incontro sono intervenuto, sostenendo il contrario,a fronte di una sua perentoria dichiarazione che sottolineava la mancanza di indagini scientifiche in loco, relativamente all intensificazione dell’ attività ufologica interessante la Valmalenco,da parte di Enti o Centri di ricerca preposti. Con la presente confermo che nell’agosto del 2013, come ampiamente riportato dai quotidiani locali, il Dott.Daniele Gulla’, che se non ho inteso male Lei conosce,insieme ai propri collaboratori del Laboratorio bolognese di psicocibernetica ha effettuato una serie di approfondite indagini,tramite strumentazione appropriata, riportando poi sinteticamente alla stampa i risultati delle stesse.
    Nel salutarla cordialmente rivolgo il mio apprezzamento inerente il “taglio” scientifico con il quale è stato introdotto il delicato argomento dell’ufologia nell’incontro sopra citato.
    Felice Sirtori

  3. Salve e grazie per averci contattato.

    In merito alla sua osservazione, devo chiarire un probabile disguido che nulla toglie al mio commento. Non ho mai detto che non esistano indagini effettuate dal dr. Gullà, ma che queste non sono mai state pubblicate. Nessuno che io sappia ne è a conoscenza dei risultati cosi come nessuno è a conoscenza (in ambito ufologico), di che analisi e strumentazioni, misure ed altro, il dr. Gullà a svolto in Valmalenco. Questo non vuol dire che non esistano, ma solo che non sono mai state rilasciate al pubblico o ad altre persone interessate al coso. Inoltre il sito internet del dr. Gullà, non è più attivo da tempo (http://www.laboratorio.too.it/); e pertanto non sono disponibili dati in merito ai lavori svolti in Valmalenco. Se le riuscisse a recuperare queste indagini e a inviarcele, le sarei molto grato. Il dr. Gullà si occupa da tempo di ricerche in ambito parapsicologico e non ufologico, ma questo non vuol dire che non abbia competenze anche in quel campo. Io comunque le posso confermare che non sono a conoscenza di ricerche in tala ambito fatte dal dr. Gullà.

    Nel caso volesse contattarmi può tranquillamente scrivere a: presidente@gaus.it

    Cordiali saluti
    Pietro Marchetti

  4. Salve e grazie per averci contattato

    Ci spiace constatare che l’intervento della dr.ssa Piermarini, è stato palesemente frainteso da alcune persone presenti alla conferenza. Questo è probabilmente dovuto ad una nostra mancanza di presentazione corretta dell’intervento. Questo intervento è nato a seguito delle indagini svolte dal GAUS, in merito ad un presunto IR3 avvenuto nel 2014 e che ci ha visto coinvolti come inquirenti. In quell’occasione, per una valutazione del testimone, ci siamo avvalsi della consulenza della dr.ssa Piermarini, che di professione svolge tali analisi per conto di tribunali e istituzioni varie. Questo suo intervento voleva dimostrare che la memoria ed i complessi processi legati ad essa, possono essere influenzati da errori ed errate elaborazioni. Nessuno ne tanto meno la dr.ssa Piermarini, ha detto che le testimonianze delle persone della Valmalenco, sono errate o sono il frutto di errate interpretazioni, anzi al contrario è stato più volte ribadito, che la sindrome dei falsi ricordi era solo una delle realtà del fenomeno della memorizzazione, ma che questa non era la spiegazione delle varie testimonianze raccolte e analizzate in valle.
    Ci spiace che questo non sia stato ben recepito, benchè più volte ribadito.
    Inoltre in merito alla testimonianza della persona a cui lei si riferisce, le posso confermare che la sua testimonianza era da noi già conosciuta, in quanto precedentemente a noi rilasciata; e che essa è stata probabilmente dal pubblico fraintesa. L’impatto a cui lei accenna, è dovuto ad un incidente stradale, in quanto il testimone alla guida del proprio mezzo, vedendo all’improvviso una luce molto forte in cielo ed assistendo alla sua immediata scomparsa, ha frenato bruscamente, causando cosi un tamponamento. Siamo certi della buona fede del testimone (anche se in valle alcuni ci hanno detto di dubitare della persona..); ma anche in questo caso le sue parole sono state fraintese.

    Nel caso volesse contattarmi, mi potrà scrivere al seguente indirizzo: presidente@gaus.it

    Cordiali saluti

    Pietro Marchetti

  5. Egr. Sig. Presidente
    In merito alle indagini effettuate in Valmalenco posso affermare che esperti della trasmissione Mistero, tra cui Gullà , oltre che del Cicap hanno realizzato analisi che hanno rilevato presenza di ultrasuoni e infrasuoni nella zona di Campagneda, oltre ad uno spostamento sulla montagna ad opera di una forma umanoide, invisibile ad occhio nudo, ma registrata dalle telecamere a raggi infrarossi. Tali risultati sono stati pubblicati sul settimanale locale Centro Valle nel periodo precedente la conferenza tenuta lo scorso anno in data 1/05/2014. Purtroppo non riesco a risalire alla data con certezza, posa dire tra ottobre 2013 e aprile 2014 A proposito di tale conferenza, tra gli interventi dei relatori abbiamo potuto ascoltare la testimonianza diretta di Gaspare De Lama del “Gruppo Amicizia W56” , oggi un arzillo vecchietto di 94 anni ben portati. Lui ha raccontato della presenza di basi extraterrestri sottomarine a Pescara, entrato a far parte, seppure marginalmente, del gruppo ha potuto essere testimone diretto di tali incontri. Entità che lui percepiva come ologrammi, bidimensionali, proiezioni di figure umane di 2-3 metri e più. Tali incontri sono durati fino al 1979, poi il gruppo si è sciolto. Bello il messaggio che ha portato perché le entità agivano per il nostro bene. Golose di frutta e verdura, ogni quindici giorni venivano rifornite di camionate di ortaggi e frutti, ma questo racconto si può trovare anche nel web digitando o gruppo amicizia w 56 o Gaspare. De Lama. Cordialità Claudia

  6. Gentile Sig. Claudia

    La ringrazio per la segnalazione, ma mi permetta alcune precisazioni.
    In merito alla presunte indagini effettuate in loco dal Dr. Gullà e dal Cicap, ad oggi in ambito ufologico non mi risulta che tali analisi e tali risultati siano stati rilasciti per eventuali controlli, conferme o critiche ad essi, ne tanto meno mi risulta che siano condivisi per approfondimenti. Se tali analisi esistono, credo che la loro mancata divulgazione, non porti nessun vantaggio nella ricerca dei fenomeni della Valmalenco.
    In merito al caso Amicizia e alle dichiarazione del Sig. De Lama, ad oggi mancano tutte quelle prove necessarie che ne attestino l’autenticità, oltre al fatto che il predetto caso, ha una storia ambigua e con strascichi di carattere giudiziario che di certo non pongono in suo favore. Non metto in dubbio le dichiarazioni di nessuno, ma a certe affermazioni, ritengo che debbano obbligatoriamente seguire consolidate prove; e non racconti fantastici.
    Cordiali saluti

    Pietro Marchetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.

*